Piccolo VADEMECUM per L’E.S.T.A.T.E.

Sintesi! Il maggior tempo libero favorisca una riflessione sul cammino fatto durante l’anno. Sintesi è: fare un bilancio delle attività svolte, vedere quali veramente ci sono state utili, quali invece sono state superflue, dove abbiamo investito bene il nostro tempo e dove invece lo abbiamo sprecato… Così facendo, nell’arco dei tre mesi avremo guadagnato una bella panoramica sull’anno trascorso e … Continua a leggere

Il quarto sacramento in via di restauro. Provvedono il Curato d’Ars e padre Pio

Al tempo del Santo Curato, in Francia, la confessione non era né più facile, né più frequente che ai nostri giorni, dato che la tormenta rivoluzionaria aveva soffocato a lungo la pratica religiosa. Ma egli cercò in ogni modo, con la predicazione e con il consiglio persuasivo, di far riscoprire ai suoi parrocchiani il significato e la bellezza della penitenza … Continua a leggere

Giovani nell’Italia di oggi: generazione senza prerogative

Tipo di contributo: Studio del mese Autore: M. Livi Bacci Titolo: Giovani nell’Italia di oggi: generazione senza prerogative Tema: Cultura e società, Politica, Scuola Area: Italia – CULTURA E SOCIETÀ Nazione: Italia Riferimento: Regno-att. n.12, 2009, p.413 «Da un cartellone pubblicitario pendono strisce di carta, che oscillano, smosse dal vento, lasciando intravedere il fondo nero. Sembra la mia vita, o … Continua a leggere

Materiale e spunti per la XII domenica del T.O./B

INTRODUZIONE G – Celebriamo oggi la XII Domenica del Tempo Ordinario. Il mare sembra il protagonista della lettura veterotestamentaria e di quella evangelica. In realtà il protagonista è Dio, più forte del mare, più potente delle onde, più energico delle tempeste. Siamo chiamati a riconoscere Colui che è Creatore e Signore di quanto esiste. Tale riconoscimento porta al non vivere … Continua a leggere

L’adolescenza rubata dal computer

Disagio relazionale adolescenziale espresso da una percentuale preoccupante: secondo una stima del Ministero della sanità giapponese il 20% degli adolescenti maschi sarebbero Hikikomori, anche le ragazze sono coinvolte seppure in percentuale inferiore. Numeri importanti: 1milione di adolescenti e giovani adulti che si ritirano dalla vita pubblica tagliando ogni coinvolgimento sociale. Scuola, sport, divertimenti: familiari ed amici improvvisamente estranei al loro … Continua a leggere

Se la Chiesa scopre i confessionali deserti

«C´è qualcuno che arriva non solo per presentare la lista dei peccati come fosse quella della spesa e chiedere il conto finale. C´è ancora chi cerca una guida spirituale e dopo la confessione si ferma a chiedere consigli. Del resto, il confessionale è l´unico luogo dove puoi raccontare tutto te stesso senza paura che altre persone possano conoscere i tuoi … Continua a leggere

Che cos’è un sacerdote? (K.Rahner)

Quando Paolo, nella lettera agli Ebrei, parla del prete, la prima cosa che dice è che il prete è scelto fra gli uomini. A tal punto che perfino l’eterno sommo sacerdote Gesù Cristo, nato da donna, soggetto alla legge, pellegrino attraverso la valle di questa realtà peritura, volle essere il figlio dell’uomo, un uomo, trovato in tutto simile a noi. … Continua a leggere

Karl Rahner, maestro del Concilio, di Martini e della coscienza relativa

Oggetto della scienza teologica, per Rahner, non è Dio, di cui non può essere dimostrata l’esistenza, ma l’uomo, che costituisce l’unica esperienza di cui abbiamo l’immediata certezza. Non si può dunque parlare di Dio al di fuori del processo conoscitivo dell’uomo. Dio, più precisamente, esiste “autocomunicandosi” all’uomo che lo interpella. Rahner afferma che nessuna risposta va al di là dell’orizzonte … Continua a leggere

E la messa iniziò a guardare in alto

Furono dall’XI secolo i cluniacensi (ordine appena costituito e molto attivo in quell’epoca) ad accentuare il gesto previsto nelle rubriche del messale romano quando, al momento di dire « Prese il pane », si doveva portare l’ostia all’altezza del petto: essi cominciarono invece a sollevarla alta sopra la testa, a volte nel momento stesso in cui pronunciavano le parole della … Continua a leggere

In difesa della “messa bruttina”. Unica risposta all’inaridimento

di Alberto Melloni, CORRIERE DELLA SERA, 16.5.09  Parlar male della messa del postconcilio lo san fare tutti. Anche Martin Mosebach che attacca l’«eresia» della riforma del Vaticano II e la «tirannia» di Paolo VI in un pamphlet annunciato dal  Corriere. Quella di Mosebach è una posizione estremista che cerca di attirare Benedetto XVI dalla propria parte fingendo di dar voce … Continua a leggere