Cristianesimo e scienza

I presupposti della nascita della scienza In tutte le civiltà antiche possiamo incontrare i tratti universali dell’ingegno umano. I Greci dell’epoca classica, per esempio, si distinsero nell’indagine critica e razionale della natura. Tuttavia la loro “fisica” non derivava da un metodo sperimentale induttivo, bensì si caratterizzava per l’impegno del pensiero “speculativo”, di elevata acutezza, ma frutto più di “immaginazione” e … Continua a leggere

E se restassimo senza preti?

Così stanno le cose in questo momento. I vescovi – così hanno detto ai tedeschi – non sono disposti ad abolire la legge del celibato. E ancora meno sono disposti a prendere decisioni radicali sul clero, soprattutto in relazione alla necessità che la Chiesa abbia una quantità sufficiente di preti per amministrare i sacramenti. Non so se i vescovi cederanno … Continua a leggere

Esorcisti, guide spirituali contro l’azione del Maligno

A organizzare l’incontro di quattro giorni è fra’ Benigno Palilla, frate minore rinnovato alla guida del Centro pastorale Giovanni Paolo II, voluto dalla Conferenza episcopale siciliana (Cesi) proprio per la cura di chi svolge questo delicato ministero. Prevista anche la presenza del cardinale Paolo Romeo, arcivescovo di Palermo e del suo ausiliare Carmelo Cuttitta, di Salvatore Pappalardo arcivescovo di Siracusa, … Continua a leggere

Quaresima memoria viva del nostro Battesimo

Non solo la Quaresima è memoria del Battesimo, ma «ci offre un percorso analogo al catecumenato, che per i cristiani della Chiesa antica, come pure per i catecumeni d’oggi, è una scuola insostituibile di fede e di vita cristiana: davvero essi vivono il Battesimo come un atto decisivo per tutta la loro esistenza». Il nesso fra Battesimo e Quaresima, spiega … Continua a leggere

La storia del passerotto preoccupato

“C’era una volta un passerotto beige e marrone che viveva la sua esistenza come una successione di ansie e di punti interrogativi. Era ancora nell’uovo e si tormentava: “Riuscirò mai a rompere questo guscio così duro? Non cascherò dal nido? I miei genitori provvederanno a nutrirmi?”. Questi timori passarono, ma altri lo assalirono mentre tremante sul ramo doveva spiccare il … Continua a leggere

Il decalogo del lettore della Parola di Dio

1.        Per leggere in chiesa, davanti a un’assemblea, non è sufficiente avere dimestichezza con la parola scritta. La proclamazione sacrale rappresenta un genere proprio, che si distingue tanto dalla lettura privata quanto dalla declamazione che potrebbe fare uno speaker radiofonico o un attore teatrale. Tale compito esige una prolungata formazione spirituale e un’accurata preparazione tecnica, né può essere preso alla … Continua a leggere

Ma andare a Messa non può essere una condanna

Ciò che lascia perplessi, e non poco, è la condanna ad andare a Messa tutte le domeniche. Non ci è chiaro il principio ispiratore. O meglio, possiamo solo intuirlo. Durante la celebrazione passano messaggi positivi. Ma nella Messa non c’è solo questo. C’è molto di più, e questo di più appartiene a una dimensione che non può essere oggetto di … Continua a leggere

Parlarne, ma come?

Ho avuto due occasioni, nelle quali mi sono sentito di aprire il capitolo della crisi morale della politica del nostro Paese. In un piccolo gruppo della redazione del nostro giornale di parrocchia ne abbiamo parlato. Cosa dobbiamo dire, possiamo scrivere qualcosa? Dobbiamo solo tacere? Ne è venuta fuori una semplice idea. Molti si sono ritrovati in uno scritto, che affronta … Continua a leggere

L’amore dei giovani al tempo dei Baci perugina

Il matrimonio, si badi bene, è ancora apprezzato come istituzione (43%) ma è sempre più inteso come strada inevitabile dal sapore un po’ borghese: guscio vuoto da riempire con molto affetto. Se questo finisce anche il matrimonio deve finire. Ed infatti il 49% degli intervistati è a favore del divorzio. Amare quindi è come abbronzarsi: non dipende da te, dipende … Continua a leggere