Metti la sessualità in una Storia – Enzo Bianchi (VIDEO)

bianchi_enzo.jpgLa sessualità è davvero una cosa seria. Il Cristianesimo e l’Ebraismo hanno capito che sulla sessualità e sull’affettività noi giochiamo la nostra umanizzazione e che il legame tra sessualità e affettività è tale che chiede che sia iscritto nella storia.

Non può essere qualcosa che accade a caso, che non ha significato, che è effimero. Il non “adulterare” ha proprio questo significato: metti la sessualità in una storia!

Dove c’è l’amore, dove c’è l’affettività, non lasciarla alla dissipazione, non lasciarla a ciò che poi perde di significato, allora credo che sia una lezione di umanità e di umanizzazione vera, perchè la sessualità è un opera d’arte. Io amo pensare come certi Padri della Chiesa e, va ricordato, perfino Giovanni Paolo II, che ha parlato dell’atto sessuale come la liturgia dei corpi, come dire che della sessualità, si può fare addirittura un opera d’arte, con il piacere, con tutti i sensi, purchè sia inscritta in una storia, in quello che è un amore vero, che rispetta l’altro, che non lo cosifica, che non lo disprezza, non lo riduce ad un’oggetto.

C’è una unità profonda che noi verifichiamo in noi, e credo che tutti noi sappiamo che come dall’esercizio della sessualità che noi abbiamo, dipenda una parte della nostra felicità, della nostra umanizzazione, dei nostri rapporti, ma nello stesso tempo però, guai ad avere un’ossesione della sessualità, guai a finire in una visione angosciata e cinica: questo non è secondo il Cristianesimo, oserei dire, anzi, che è un grosso trubuto pagato ad un certo dualismo, di una certa filosofia greca, che ha fatto più danni che bene all’interno della tradizione cristiana e dell’umanità occidentale.

 

 

Metti la sessualità in una Storia – Enzo Bianchi (VIDEO)ultima modifica: 2012-02-22T16:02:18+01:00da borgosotto
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento