“Dalla messa tridentina alla riforma liturgica del Vaticano II”

di Enzo Bianchi   “Da tempo sento il dovere di raccontare come ho vissuto la messa per vent’anni, prima della riforma liturgica voluta dal concilio Vaticano II. Sento questo dovere per diverse ragioni. Innanzitutto perché in me il ricordo di quella messa resta vivissimo: da sei a ventiquattro anni è stata per me la messa quotidiana, una messa in cui … Continua a leggere

Anche una canzone di Ligabue può diventare come una preghiera

Ultimo caso quello dei funerali di Morosini, durante i quali qualcuno ha pensato di farsi prestare da Luciano Ligabue le parole per dire quel “giorno di dolore”. L’episodio ha suscitato l’ira di un giornalista, Antonio Socci, che, come va di moda oggi, pensa di avere diritto di dar le pagelle ai credenti. Contro questa impennata, Marco Tarquinio, il direttore di … Continua a leggere

Sul “caso Ligabue-nella-liturgia” mi trovo attaccato da Corriere (Melloni) e Avvenire (Tarquinio)… E sentite come…

In ogni caso equiparare Mozart a Ligabue significa che manca o l’abc del giudizio culturale o il senso del ridicolo o la pietà. O forse tutti e tre. Soprattutto manca la consapevolezza che la liturgia è la cosa più sacra della Chiesa e non se ne può disporre a piacimento, perché non è fatta da noi, non è il luogo … Continua a leggere

Primavera di adorazione

Da quando, in molte parrocchie, l’adorazione solenne annuale ha abbandonato i primi giorni della Settimana Santa, è andata vagolando su e giù lungo i mesi dell’anno: in alcune parrocchie è caduta a ridosso della festa del Corpus Domini, in qualche altra all’inizio dell’anno pastorale. Diverse parrocchie si stanno orientando a fare la ‘Adorazione eucaristica delle Quarantore’ nei giorni che immediatamente … Continua a leggere

I vescovi: sì alla cremazione. Ma senza disperdere le ceneri

La collocazione come «appendice» non è casuale: «Si vuole richiamare il fatto che la Chiesa, anche se non si oppone alla cremazione dei corpi quando non viene fatta in “odium fidei“, continua a ritenere la sepoltura del corpo dei defunti la forma più idonea a esprimere la fede nella risurrezione della carne, ad alimentare la pietà dei fedeli verso coloro … Continua a leggere

È possibile fare la Comunione senza essersi prima confessati?

La lettera richiederebbe una risposta molto ampia e articolata, perchè riguarda, a mio parere, non una semplice prassi pastorale, ma tutto un modo di praticare la vita cristiana nei due fondamentali sacramenti (dopo il Battesimo) della Eucaristia e della Penitenza e del loro reciproco rapporto. Una risposta che necessariamente deve attingere dalla storia della Chiesa, della teologia, della spiritualità, della … Continua a leggere

Gesù potrebbe parlare in chiesa?

http://sperarepertutti.typepad.com/sperare_per_tutti/ Enzo Bianchi, sulle pagine di Jesus, continua a rileggere usi e costumi del cattolicesimo odierno alla luce del Vangelo. Nell’articolo pubblicato in questo mese di febbraio, solleva il problema della presa della parola dei fedeli nelle assemblee liturgiche. E’ un riflesso di una vita ecclesiale ancora clericocentrica, al punto che conclude, non senza ironia: “A volte mi dico che … Continua a leggere

ADORAZIONE EUCARISTICA nella giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo, che si tiene ad Assisi, a 25 anni dal primo storico incontro convocato dal Beato Giovanni Paolo II

Assemblea: Amore e verità s’incontreranno, giustizia e pace si baceranno.   Noi ti lodiamo, o Dio, Padre onnipotente, da cui proviene ogni dono perfetto e la pace che supera ogni intelligenza. Tu hai sempre per noi pensieri e progetti di pace e hai affidato all’uomo il compito di realizzarli, stando lontano dal male e facendo il bene. Fin dai tempi … Continua a leggere

RAVVIVARE LA MEMORIA DI GESÙ. La crisi della Messa

Nel frattempo, non possiamo rimanere passivi. Affinché un giorno si produca un rinnovamento liturgico della Cena del Signore, è necessario creare un nuovo clima all’interno delle comunità cristiane. Dobbiamo sentire in modo molto più vivo la necessità di ricordare Gesù e fare della sua memoria l’inizio di una nuova  e profonda trasformazione della nostra esperienza religiosa. L’Ultima Cena è il … Continua a leggere